Naturalmente

Isola Augusta è da sempre attenta all’ambiente ed ha adottato nel tempo molte misure per produrre rispettando un politica ecologica e sostenibile, grazie all’utilizzo di fonti di energia rinnovabili ed ecocompatibili. Tutto inizia dalla gestione dei vigneti, condotti con sistemi “a basso impatto ambientale”, regolamentati da una legge europea (reg. CEE 2078/92). I trattamenti chimici sistemici sono stati quasi interamente sostituiti da interventi ecologici, ritenuti di minor impatto per l’ambiente e per le uve stesse. I prodotti vengono impiegati inoltre in misura molto ridotta grazie all’utilizzo di un atomizzatore a recupero. Le continue lavorazioni del terreno rendono possibile il fatto di limitare al minimo anche l’impiego di diserbanti. Raccogliendo uve perfettamente sane riusciamo inoltre ad utilizzare pochissimi solfiti per la conservazione del vino. Riteniamo di interpretare al meglio ogni suggerimento per la produzione di un vino sano e naturale, impiegando i mezzi tecnologici attualmente disponibili sul mercato. Già dal 1990 tutta l’azienda si riscalda naturalmente sfruttando la geotermia: un pozzo profondo circa 450 mt. fa sgorgare in superficie dell’acqua termale alla temperatura di 32,5° che viene fatta circolare in tutti gli edifici grazie all’impianto di riscaldamento a pavimento. Nei primi anni 2000 l’azienda ha raggiunto l’autosufficienza energetica grazie all’installazione di 3 impianti fotovoltaici che producono complessivamente 100 Kw. Nel 2013 è stata inaugurata anche la prima colonnina privata in Regione per la ricarica elettrica dei veicoli: chiunque ne faccia richiesta potrà ricaricare gratuitamente il proprio veicolo. Il tutto ad emissioni zero.